Ritardi

Buon giorno a tutt*!

Mi spiace essere scomparsa temporaneamente da questa piattaforma virtuale, ma le incombenze della vita reale si sono fatte particolarmente insistenti. Mi rifarò viva col seguito di Misto Queer il prima possibile. Per intanto vi lascio questa bellissima immagine, dedicata a tutt* i/le compagn* che impostano una scala prioritaria nelle lotte da portare avanti, come se ci fossero questioni di serie A e altre di serie B.

ollè

[Trad. “Le persone che parlano di rivoluzione e lotta di classe senza far riferimento esplicitamente alla vita di tutti i giorni, senza capire cosa c’è di sovversivo nell’amore e di positivo nel rifiuto delle costrizioni, hanno un cadavere in bocca”]

Tenendo ben a mente che il personale è sempre politico, stay tuned!

Annunci

Vengo in pace

Per ogni persona c’è un punto di non ritorno grazie al quale nulla sarà come prima. Sì, perché dopo aver preso consapevolezza diventa impossibile tornare indietro come se nulla fosse. Questo è successo a me col femminismo, parola stigmatizzata da molt*, quasi si trattasse di un insulto.

Anche il mio primo contatto con le “vere femministe” non è stato dei migliori, anzi. Dopo aver ricevuto in manifestazione un volantino da strapazzo che propugnava la lotta femminista “per relegare gli uomini in cucina”, mi sentivo troppo sbigottita per approfondire la questione. Ma per fortuna di tempo ne è passato e le mie abitudini, le mie letture, i miei interessi mi han fatto prendere una strada diversa per realtà meravigliose e inattese.

Sono approdata quindi a un’intera e varia (nei gusti e negli approcci) rete virtuale di solidarietà e collaborazione. Un microcosmo di persone che lottano giorno per giorno, scrivendo, analizzando, disegnando, manifestando, marciando in piazza e provocando. Con azioni dirette ed indirette contro ogni tipo di prevaricazione, discriminazione e abuso.

Continua a leggere…